EUBIM Observatory
  • Author:admin_bimlab
  • Comments:0

On line il primo report annuale dell’EUBIM Observatory

In vista del prossimo European BIM Summit che si terrà a Barcellona il giorno 11 e 12 aprile pubblichiamo un documento a cura dell’EUBIM Observatory sulla diffusione del BIM in Europa. Il documento si sofferma su quelle che sono le strategie – e non solo – adottate da paesi quali la Germania, la Francia, l’Irlanda, l’Italia, la Spagna e l’Inghilterra.

In particolare vengono evidenziate le principali opere edili e infrastrutturali realizzate – e in corso di realizzazione – secondo un approccio BIM nonché la sua adozione e diffusione dal punto di vista normativa, formativo, e, come si diceva, le strategie adottate dai governi dei paesi sopraelencati per la diffusione del BIM come metodologia di lavoro.

Ma cos’è l’European BIM Summit?
È uno dei più importanti incontri internazionali, a cadenza annuale, sul Building Information Modeling: un appuntamento di riferimento sulla digitalizzazione in Europa organizzato dal Col·legi d’Aparelladors, arquitectes teacnics, edinques de Barcelona (CAATEEB), BIM Academy e BuildingSMART Spanish Chapter, con l’obiettivo di diffondere le best practices nell’uso del BIM, nonché la condivisione di metodologie BIM e orientamenti internazionali. Giunto ormai alla sua quarta edizione – nel 2019 saremo alla quinta edizione –, il palcoscenico dell’European BIM Summit ha visto il susseguirsi di ospiti di caratura internazionale: Gábor Bojár, Bilal Succar Patrick Macleamy (solo per citarne alcuni).

E l’EU BIM Observatory?
Presentato nel maggio 2017 dal presidente dei Colegi d’Aparelladors di Barcellona, Jordi Gosalves, l’EUBIM Observatory è un gruppo di lavoro dell’UE che coinvolge alcuni tra i più importanti esponenti del settore, il cui scopo è di coordinare e convogliare gli sforzi compiuti dai diversi paesi nella diffusione e divulgazione del BIM.
Il BIM European Observatory rilascerà report annuali sullo stato dell’arte del BIM in Italia e nel resto d’Europa monitorando e confrontando periodicamente l’adozione, la diffusione e l’implementazione del BIM in Europa.

Insieme all’Istituto per il BIM Italia, il BIM-Lab.net ha contribuito alla redazione del capitolo italiano del report. 

A questo punto non ci resta che augurarvi buona lettura!